EURASIA

Verso l’Uzbekistan: sabbia, pietre e paesaggi indimenticabili

del
26 Settembre 2017

Le immagini scattate forse non sono delle migliori, ma le emozioni posso assicurarvi che lo sono.

La strada che porta da Beyneu (Kazakistan) verso in confine con l’Uzbekistan non mi è stata molto amica. Dopo 80 km di sabbia, pietre e guida totalmente instabile, riesco a varcare il confine.

Purtroppo, per via delle condizioni di questo tratto, la moto ha subito diversi danni alle carene e quindi decido di fermarmi a bivaccare nel deserto uzbeko nel tentativo di ripararla.

Dopo averla smontata capisco che la situazione è decisamente più seria. Non mi resta che mettere due fascette e aspettare di trovare una buona anima che riesca a saldare una staffa.

Immagine del campeggio di Liberi di Andare al confine dell'Uzbekistan

Campeggio ai confini con l’Uzbekistan

Il tramonto Uzbeko è ricco di colori e soprattutto di silenzio. Da un lato il sole che tramonta circondato da colori ancora accesi e dall’altro la luna che ti trasmette una sensazione di pace. Mettiamoci pure due cammelli che passano ed il quadretto è pronto!

N.B. ho incontrato un ragazzo francese che ha la mia stessa moto, stiamo condividendo qualche km!

Au revoir !

TAGs
POST COLLEGATI

LASCIA UN COMMENTO

CERCA
SEGUICI SU INSTAGRAM
La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

Seguimi!

Le categorie